Tags

Related Posts

Share This

GIUGNO AL CIRCOLO DEI LETTORI

È più semplice affrontare un sentiero impervio quando è già stato battuto. Per questo, tra la giungla di titoli e uscite editoriali che campeggiano sugli scaffali delle librerie, il Circolo dei lettori con le sue proposte è una guida sicura e affidabile per non perdersi. Questi i sei appuntamenti del mese di giugno scelti per voi.

Si comincia lunedì 6 alle ore 18.30 con lo scrittore islandese Jón Kalman Stefánsson che presenta Grande come l’universo (Iperborea), un intenso romanzo corale sull’anima dell’Islanda, i demoni di una famiglia e quel potere delle parole di dare corpo ai desideri e decidere destini. Nelle sue opere, a partire dalla trilogia di Paradiso e inferno che lo ha fatto conoscere e amare al pubblico italiano, sono centrali la natura dei luoghi in cui ambienta le vicende e l’interiorità, quasi mistica, dei suoi personaggi. “Scrivere – afferma– è  per me un viaggio verso luoghi sconosciuti o utopici. Quando racconto delle storie mi sembra proprio di essere lì a cercare di trovare una meta o cogliere l’esistenza di Dio”.

Un’immersione nei film che hanno segnato diverse generazioni – da Star Trek a Rocky, passando per Valhalla Rising e I Fantastici 4 – è quella che Leo Ortolani regala al pubblico martedì 7 alle 21, in occasione dell’uscita di CineMAH presenta: il buio in sala, la nuova raccolta edita da BAO Publishing. Il padre di Rat-man appassionato, cultore di saghe e blockbuster, racconta i retroscena e le curiosità su film, attori e registi.

Lunedì 13  alle ore 18 l’ex senatore e manager Franco Debenedetti presenta Scegliere i vincitori, salvare i perdenti (Marsilio) in dialogo con Piero Gastaldo, segretario generale della Compagnia di San Paolo e Giuseppe Recchi, presidente di Telecom Italia. Vera e propria biografia di “un’insana idea”, come è definita nel sottotitolo: quella della politica industriale che influenza e condiziona anche «l’altra metà del cielo», il settore privato, fino a invadere le sfere della politica finanziaria, culturale e giudiziaria. Una prassi che percorre la storia d’Italia da Giolitti a Renzi.

Mercoledì 15 giugno alle ore 21 facciamo un salto nel passato assieme al campione di Spagna ’82 Marco Tardelli e alla sua biografia, uscita a doppia firma con la figlia Sara, Tutto o niente (Mondadori). Di Tardelli è indimenticabile l’urlo di sette secondi al Bernabéu. Tutta la sua vita è compressa in quel momento: 175 fotogrammi che hanno fatto la storia del calcio mondiale. Ora, a 34 dal trionfo, ripercorriamo la sua vita vissuta di corsa, in campo e fuori. L’infanzia passata tra i monti della Garfagnana e la periferia di Pisa, le prime partite all’oratorio, l’approdo alla Juventus di Giampiero Boniperti, una grande squadra con la quale in dieci anni conquista moltissime vittorie. E poi naturalmente la gloriosa carriera azzurra con la Nazionale di Enzo Bearzot.

Giovedì 16 giugno alle ore 21 The Boss is Back è l’omaggio a Bruce Springsteen, il rocker americano che ha saputo raccontare l’anima più profonda degli Stati Uniti. La serata, in occasione delle date italiane di The River Tour, è in compagnia dell’europarlamentare Sergio Cofferati e dei giornalisti Leonardo Colombati e Piero Negri Scaglione, per conoscere da vicino la storia, fatta di passione, sentimenti e impegno politico, dell’icona musicale americana per eccellenza.

Martedì 21 giugno alle ore 18.30 al Teatro Carignano, l’anteprima della XII edizione del Festival Torino Spiritualità, in programma dal 28 settembre al 2 ottobre, è affidata al filosofo austrialiano  Peter Singer e alla sua lectio magistralis (in collaborazione con Sonda Edizioni). Dopo il manifesto, contenuto nel pamphlet Liberazione animale del 1975, contro lo specismo, termine coniato per indicare l’attribuzione di un diverso valore agli individui a seconda della loro specie di appartenenza, le sue riflessioni hanno abbracciato ampie problematiche nel campo dell’etica applicata. Ora il filosofo introduce e spiega il concetto di «altruismo efficace», basato sull’idea, semplice ma rivoluzionaria, secondo cui vivere una vita pienamente etica significa agire «nel miglior modo possibile», adottando un punto di vista razionale sui comportamenti generosi e sulle attività di beneficenza, a livello individuale e collettivo.

Tra gli altri appuntamenti al Circolo dei lettori/Torino: venerdì 3 il Festival CinemAmbiente conferisce a Wu Ming 2 il premio “Le Ghiande” per il progetto di viandanza che il collettivo ha raccontato in Il sentiero degli dei e Il sentiero luminoso (Ediciclo); martedì 7 Antonio Calabrò presenta I mille morti di Palermo (Mondadori); mercoledì 8 il gruppo elettro-pop bolognese Lo Stato Sociale fa un’incursione nella narrativa con Il movimento è fermo (Rizzoli); giovedì 9 Alessandro Gnocchi, responsabile delle pagine culturali de Il Giornale ci parla de I nemici di Oriana (Melville); martedì 14 si festeggiano i settant’anni di la Repubblica con la presentazione di Gli ultimi giorni della monarchia (Mondadori) dello storico Gianni Oliva e L’Italia divenne Repubblica (Mattioli 1885) dell’avvocato Riccardo Rossotto; sempre il 14 il reading di Elena Varvello su La vita felice (Einaudi), mentre martedì 21 Bruno Gambarotta presenta Non si piange sul latte macchiato (manni).

Al Circolo dei lettori/Novara: domenica 5 nel cortile del Broletto inaugura la rassegna Novara di carta. Autori in Circolo: una maratona con, tra i protagonisti, Amedeo Balbi, Massimo Bisotti, Luciano Canfora, Raul Cremona, Luca Mercalli, Maria Rita Parsi, Marco Scardigli, Dario Vergassola, Sofia Viscardi.

circololettori.it