È Francesco Piccolo il vincitore del LXVIII Premio Strega lug04

Tags

Related Posts

Share This

È Francesco Piccolo il vincitore del LXVIII Premio Strega

Roma, 3 luglio 2014. Come da tradizione al Ninfeo di Villa Giulia a Roma, dopo la mezzanotte del 3 luglio, è stato proclamato il vincitore del sessantottesimo Premio Strega. Al termine dello scrutinio dei 415 espressi su 460 votanti (pari al 90,2% degli aventi diritto al voto; 329 voti online) il Presidente di seggio Walter Siti, vincitore del Premio Strega 2013, e Tullio De Mauro, presidente della Fondazione Bellonci, hanno proclamato vincitore:

Il desiderio di essere come tutti (Einaudi) di Francesco Piccolo con voti 140

L’autore ha ricevuto da Giuseppe D’Avino, amministratore delegato di Strega Alberti Benevento, il premio di cinquemila euro e la classica bottiglia formato magnum di Liquore Strega. Gli altri libri finalisti hanno totalizzato i seguenti voti:

Il padre infedele (Bompiani) di Antonio Scurati, voti 135

La vita in tempo di pace (Ponte alle Grazie) di Francesco Pecoraro, voti 60

Non dirmi che hai paura (Feltrinelli) di Giuseppe Catozzella, voti 48

Lisario o il piacere infinito delle donne (Mondadori) di Antonella Cilento, voti 30

L’esito della votazione è emerso dalle preferenze espresse degli Amici della Domenica, il corpo votante storico del premio, ai quali si aggiungono quelle di 60 lettori forti selezionati ogni anno da librerie indipendenti italiane e 15 voti collettivi espressi da scuole, università e Istituti Italiani di Cultura all’estero, per un totale di 460 aventi diritto.

Le preferenze dei voti collettivi sono state così espresse:

–      i comitati italiani e stranieri della Società Dante Alighieri (Benevento, Reggio Emilia, Roma, Parigi, Praga, Tirana) e i ragazzi della giuria del Premio Strega Giovani hanno votato per Giuseppe Catozzella

–      la Karl Franzens-Universität di Graz ha votato per Antonella Cilento

–      gli Istituti Italiani di Cultura hanno votato: Giuseppe Catozzella (Edimburgo, Francoforte, Los Angeles, Montréal), Antonella Cilento (San Paolo), Francesco Pecoraro (Atene, Helsinki, Vilnius), Francesco Piccolo (Kiev), Antonio Scurati (Zagabria).

Nel corso della serata, il vincitore del Premio Strega Europeo Marcos Giralt Torrente è stato premiato da Lucio Battistotti, direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, con un assegno di 3.000 euro. Anche il vincitore della prima edizione del Premio Strega Giovani ha ricevuto il premio: è toccato a Maurizio Stirpe, presidente di Unindustria, consegnare a Giuseppe Catozzella un assegno dello stesso importo.

L’autore vincitore del Premio Strega 2014 sarà chiamato a una maratona letteraria. Ad attenderlo, anzitutto Caffeina cultura domani, venerdì 4 luglio, a Viterbo, seguito dal festival Il libro possibile a Polignano (Bari) il 10 luglio. A stretto giro, due giorni a Cervo (Imperia) per la prima edizione di Cervo ti Strega, dal 18 al 20 luglio, insieme agli altri quattro scrittori della cinquina. Ultimo appuntamento prima delle vacanze al Cortona Mix Festival, il 30 luglio. Una breve pausa e poi presentazione dell’opera premiata il 3 settembre al Teatro Vespasiano di Rieti.

Il 25 ottobre, infine, Francesco Piccolo sarà in Finlandia per partecipare a un incontro alla Fiera del Libro di Helsinki (23-26 ott.), dove l’Italia rivestirà il ruolo di Paese Ospite, organizzato dall’Istituto italiano di cultura.