Si conclude con successo la quinta edizione del Cortona Mix Festival ago07

Tags

Related Posts

Share This

Si conclude con successo la quinta edizione del Cortona Mix Festival

7 agosto 2016. Giunge oggi al termine, confermando la scia di successi e di alto gradimento del pubblico, la quinta edizione del Cortona Mix Festival, promosso dal Comitato Cortona Cultura Mix Festival (composto da Comune di Cortona, Gruppo Feltrinelli, Orchestra della Toscana, Accademia degli Arditi e Officine della Cultura) in collaborazione con Regione Toscana, Camera di Commercio di Arezzo, Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Scuola Normale Superiore di Pisa e con la media partnership di laeffe e La Nazione. Anche quest’anno l’estate toscana è stata conquistata dall’energia e dallo shaker culturale tipici del Festival, che gli sono valsi numerosi apprezzamenti.

Con il Cortona Mix Festival la Città si è trasformata nuovamente in un’agorà dove pensare, ascoltare e confrontarsi”, commenta il Sindaco del Comune di Cortona Francesca Basanieri. “Questo successo, che si riconferma a ogni edizione da cinque anni, si deve alla formula innovativa della manifestazione, che quest’anno ha abbracciato anche la tecnologia con HackCortona ed è riuscita a unire tante arti diverse e complementari coinvolgendo numerose realtà del territorio”.

Sono contento che anche quest’anno, per la quinta volta, il Cortona Mix Festival abbia avuto successo: siamo riusciti a costruire un programma vario. E in particolare sono orgoglioso dell’interesse che il pubblico dimostra ogni anno di più per gli incontri con gli scrittori, un segnale che questo Festival ha saputo costruire l’affezione di chi lo frequenta”, afferma Carlo Feltrinelli, presidente della Feltrinelli.

Tra le novità di quest’anno la gara di programmazione a squadre HackCortona, un progetto dedicato ai più giovani al confine tra formazione e sfida che ha suscitato grande interesse. La giuria, composta da Antonia Bertolino (ISTI – CNR), Andrew Coles (King’s College London), Vittorio Giovannetti (Scuola Normale di Pisa) e Gianni Valeri (UnoInformatica), ha decretato oggi i team vincitori: Pet Finder, che ha sviluppato un’app per riconoscere automaticamente gli animali smarriti mediante tecniche di deep learning; Switch-it, che ha creato un dispositivo per individuare i melanomi cutanei; Web Zapi, che ha presentato un’app che permette di trasformare i siti in interfacce API.

Tutto esaurito per le anteprime del 26 luglio (l’aperitivo al Palazzone con la lettura-concerto di Franco Marcoaldi accompagnato dalla fisarmonica di Ivano Battiston e il concerto dei Rasenna Brass e Marco Lazzeri), e per il progressive rock di Ian Anderson & Jethro Tull, che stasera chiudono il Festival con un concerto molto atteso. Andrea Chimenti ha fatto riascoltare alcune grandi canzoni di David Bowie, mentre il jazz di Enrico Rava con il suo NEW 4ET ha appassionato tutti i presenti. Il pubblico ha apprezzato i concerti dell’ORT, diretta da Peter Guth con il soprano Elisabeth Jahrmann e da Eiji Oue con il violinista serbo Nemanja Radulovic, e quello dei Solisti dell’ORT guidati da Andrea Tacchi. Lo spettacolo Il piccolo principe e l’aviatore ha emozionato una platea di tutte le età con la magia di una favola senza tempo. Alto tasso di gradimento anche per la prima assoluta del concerto per voci e musiche Chiara e Francesco di Caterina Murino e Riccardo Vannuccini. Una gremita Piazza Signorelli è stata letteralmente elettrizzata dal dj set e silent disco Spazio/Tempo, con Samuel Romano dei Subsonica, Dj Ralf e Federico Grazzini, ed è stata conquistata dai ritmi travolgenti del Canzoniere Grecanico Salentino.

Tanti gli appuntamenti con gli scrittori che hanno avuto un’altissima affluenza di pubblico: quelli con Simonetta Agnello Hornby, che ha raccontato il suo ultimo romanzo Caffè amaro, con il vincitore del Premio Strega 2016 Edoardo Albinati, con Oliviero Toscani sulla creatività (fotografica e non solo), con Ivan Cotroneo, che ha parlato del bullismo e dell’omofobia, con Maurizio de Giovanni, che ha portato al Festival le atmosfere noir della Serenata senza nome, e con Chaimaa Fatihi, sulla resistenza al fondamentalismo.

Seguitissimi l’incontro con Iaia Caputo sulle tre generazioni di donne protagoniste del suo Era mia madre e il reading Che si dice sull’amore? Racconti d’amore spiegati bene di e con Antonio Pascale. Molto apprezzate dal pubblico più giovane le avventure sentimentali narrate da Cristina Chiperi in My Dilemma Is You, mentre i più grandi sono rimasti colpiti dal racconto della mite follia del figlio di Palmiro Togliatti, che Massimo Cirri ha discusso insieme a Simonetta Fiori. L’intreccio fra storia collettiva e individuale è stato al centro dell’appuntamento con Wlodek Goldkorn, che con Chiara Valerio ha illustrato il suo libro Il bambino nella neve, e di quello con Stefano Valenti sulla resistenza, protagonista di Rosso nella notte bianca, mentre l’attualità della riflessione sull’Europa e le sue sfide multiculturali ha tenuto banco nel dibattito tra Guido Viale e Filippo Miraglia.

Nello spirito del mix fra temi e personaggi, il pubblico ha potuto seguire con grande interesse l’incontro A tu per tu con il grande jazzista Enrico Rava, le avventure del killer di sentimenti protagonista de L’innamoratore, ultimo romanzo di Stefano Piedimonte, immergersi nell’epica dello sport con Le vittorie imperfette di Emiliano Poddi. Successo anche per la proiezione del film Desert Dancer di Richard Raymond e il dialogo con la produttrice Pippa Cross. C’è stato spazio anche per un libro dedicato a una delle sedi più amate degli incontri del Festival: Il Teatro Signorelli di Cortona, presentato dagli autori Patrizia Rocchini, Pietro Matracchi, Eleonora Sandrelli insieme a Mario Aimi e Albano Ricci.

Apprezzati dal pubblico anche gli incontri alla Fortezza del Girifalco, nuovo luogo del Festival: qui Anna Cherubini ed Evita Greco hanno coinvolto il pubblico in riflessioni sulla ricerca del senso della vita, Marcus Prior ha raccontato le attività del Programma Alimentare Mondiale, Costantino D’Orazio ha ripercorso la vita di Michelangelo. Prevista grande affluenza anche per gli incontri che concludono oggi il festival con Walter Veltroni e con Nicolai Lilin, incentrati sui loro rispettivi romanzi Ciao e Spy Story Love Story.

Di notevole impatto emotivo, con tanti spunti di riflessione e anche divertenti, il ricordo di Umberto Eco affidato a tutti gli scrittori ospiti della manifestazione, che hanno scelto un suo brano e l’hanno letto all’inizio dei propri incontri. Un altro filo rosso che ha unito tutti i protagonisti del festival è stato il successo dei loro libri nel Bookshop, la libreria ufficiale del Festival a cura di la Feltrinelli Point di Arezzo, aperta fino al 15 agosto: il più venduto è stato Caffè amaro di Simonetta Agnello Hornby (Feltrinelli). Dai libri al cinema, il ciclo di proiezioni Visions ha scandito le serate del Festival con una programmazione in cui si sono alternate storie individuali e di gruppo, attualità e musica. I film più visti dal pubblico sono stati Un bacio di Ivan Cotroneo e S is for Stanley di Alex Infascelli.

Al confine fra danza, arte e turismo culturale, anche quest’anno il pubblico ha potuto seguire Secret Pieces – Libere azioni e Itinerario poetico, un percorso fra spazi, strade e scorci di paesaggio urbano animati e abitati dagli artisti, alla scoperta di luoghi segreti e di un modo diverso di viverli.

Come da tradizione, il Cortona Mix Festival ha offerto al proprio pubblico sia dibattiti, concerti e spettacoli sia occasioni di relax ed educazione al benessere: con lo Yoga Mix (a cura di Cortona Fitness e Il Corpo nel Mondo in collaborazione con Cortona On The Move) l’istruttore Gabriele Chi ha mostrato come prendersi cura di sé e raggiungere la quiete di mente e corpo, mentre con la cena in piazza e lo street food di Street Chef sono state esaltate le eccellenze gastronomiche del territorio. Novità di quest’anno premiata con tanti apprezzamenti, il concorso per barman Mix to Mix, in collaborazione con Bottega Baracchi e Aibes, con ospiti i bartender Marco Corgnati e Giulia Mantovelli.

L’appuntamento è per l’estate 2017 con la sesta edizione.