Tags

Related Posts

Share This

REGGIONARRA 2015

La città che ha da sempre fatto dell’educazione uno dei propri tratti distintivi, tanto da sviluppare la filosofia educativa nota come “Reggio Emilia Approach” – di cui “la teoria dei 100 linguaggi” è metafora delle straordinarie potenzialità dei bambini di apprendere, anche attraverso il linguaggio della narrazione –, si trasforma per due giorni in un palcoscenico a cielo aperto lasciando campo libero negli spazi cittadini, a volte anche sconosciuti, a bambini e narratori. È la decima edizione di Reggionarra, sabato 23 e domenica 24 maggio 2015, evento unico in campo nazionale e internazionale che conferma la vocazione della città all’osservazione attenta di tutte le novità e sfaccettature del mondo dell’infanzia.

Reggio Emilia diventa la “città delle storie” e piazze, chiostri, teatri, ospedali, biblioteche si ritrovano conquistati da torri magiche, alberi parlanti, lune al profumo di stelle, nidi segreti. Questa decima edizione di Reggionarra, dal sottotitolo “seminare storie tra cielo e terra” è uno degli appuntamenti in programma per WE A.RE \Reggio Emilia per Expo 2015.

Numerose le iniziative in calendario che vanno dal teatro di strada con lo spettacolo Simurgh a cura del Teatro del Venti (sabato 23 maggio, Piazza Martiri del 7 luglio, ore 22) alla danza con l’appuntamento Coreografie d’acqua. Parole a passo di danza con i ragazzi della scuola media “Enrico Fermi” di Reggio Emilia e a cura della Fondazione Nazionale della Danza (sabato 23 maggio, Piazza Casotti, ore 21 e replica alle 21.30). Spazio poi alla magia dei racconti con gli spettacoli I Racconti della Buonanotte per singolo ascoltatore di Monica Morini e Bernardino Bonzani (sabato 23 maggio, Chiostri di San Pietro, ore 20.30), Macchine per il Teatro Incosciente a cura della Voce delle Cose (sabato 23 maggio, Isolato San Rocco, ore 16.30 e domenica 24 maggio, Centro commerciale l’Ariosto, ore 16.30) e Miti di Stelle dalla metamorfosi di Ovidio. Racconti e canti sotto il cielo notturno a cura di O Thiasos TeatroNatura (sabato 23 maggio, Palazzo dei Musei, ore 19 e replica alle 21). Anche la musica sarà protagonista della decima edizione di Reggionarra con il concerto Quadri di Fiaba dell’Orchestra giovanile Archistorti (sabato 23 maggio, Sala del Tricolore, ore 20 e replica alle 21). Ma ciò che contraddistingue Reggionarra sono gli appuntamenti a cura delle scuole di Reggio Emilia dove i veri protagonisti sono i bambini. Infatti sono proprio loro a  suggerire le narrazioni che poi vengono portate in scena da insegnanti e genitori: storie uniche e inedite, nate dalle idee e dalla creatività dei più piccoli, che vengono poi raccontate nelle varie location dislocate in tutta la città. Come ad esempio Le Sorprendenti gambe della ballerina a cura della Scuola dell’infanzia “Martiri di Villa Sesso” (sabato 23 maggio, Galleria Parmeggiani, ore 16.30 e replica alle 17.30), L’ira del mare a cura della Scuola dell’infanzia “Anna Frank” (sabato 23 maggio, Palazzo Ex Aci, ore 16.30 e replica alle 17.30), Avventure in gocce a cura del Nido d’infanzia “Arcobaleno” (sabato 23 maggio, Casa dei Burattini di Otello Sarzi, ore 16.30 e replica alle 17.30), C’era non c’era… una traccia croccante e leggera a cura della Scuola dell’infanzia “8 marzo” (sabato 23 maggio, Aula Magna, ore 17 e replica alle 18). Grande protagonista sarà anche il teatro con numerosi spettacoli come Il Piccione Giovanni Livigno di e con Roberto Anglisani (sabato 23 maggio, Cortile della Biblioteca Panizzi, ore 18.30 e replica alle 21, domenica 24 maggio, Parco Cervi, ore 18.30), Fiabe di luna e di lana di Simona Gambaro a cura del Teatro del Teatro del Piccione (Chiostro della Ghiara, sabato 23 maggio alle 17 e domenica 24 maggio alle 11 e la replica alle 17.30). Inoltre il rapporto narrazione-cibo, in pieno tema Expo Milano 2015, sarà al centro di questa edizione con un progetto di foodtelling dedicato ai più piccoli: Viaggio nella cucina del futuro è il titolo degli incontri in programma all’Offi-Cucina (sabato 23 maggio, ore 10, 11.30 e 15).

Reggionarra, nato nel 2006 da un’idea di Sergio Spaggiari nell’ambito dell’Istituzione Scuole e Nidi d’infanzia del Comune di Reggio Emilia e di Reggio Children, si è affermato negli anni come un appuntamento irrinunciabile durante il quale si incontrano narratori professionisti e genitori, che raccontano storie a partire da tracce regalate loro dai bambini dei nidi e delle scuole dell’infanzia di Reggio Emilia. La festa, che offre un centinaio di appuntamenti, è un’esperienza intima e magica con fiabe, spettacoli teatrali, laboratori, mostre, corsi sull’arte del narrare rivolti a grandi e piccoli.

E non solo: fino al 24 maggio al Centro Internazionale Loris Malaguzzi di Reggio Emilia si svolgerà un corso di formazione tenuto dagli attori e registi del Teatro dell’Orsa Monica Morini e Bernardino Bonzani, con la regista e musicologa Antonella Talamonti, dedicato ai dieci artisti selezionati nel concorso “Dieci giovani narratori dal mondo per Reggionarra”, i quali si esibiranno anche in una performance narrativa finale inserita nel palinsesto di Reggionarra.

WE A.RE \REGGIO EMILIA PER EXPO 2015
Reggionarra rientra nel programma di WE A.RE \Reggio Emilia per Expo 2015 (www.reggioexpo2015.it), progetto territoriale voluto dal Comunale di Reggio Emilia, in collaborazione e partenariato con diversi soggetti e attori della città, che accompagna l’Esposizione Universale di Milano, adottandone i temi (“Nutrire il pianeta, energia per la vita”), declinandoli soprattutto secondo il modello delle tre A (Agricoltura, Alimentazione, Ambiente) ma cercando di offrire una visione alternativa, meno dettata dai ritmi e dai tempi della grande metropoli e più legata a una dimensione a misura d’uomo, dove produttività, innovazione ed efficienza fanno rima con qualità della vita e benessere sociale. Oltre a Reggionarra, nell’ambito del progetto rientrano le decime edizioni di Fotografia Europea (www.fotografiaeuropea.it), la mostra NOIStorie di comunità, futuri, idee, prodotti e terre reggiane e I Giochi del Tricolore (www.giochideltricolore.it). WE A.RE \Reggio Emilia per Expo 2015 si rivolge ai turisti e ai visitatori di Expo Milano 2015 e si appoggia sull’efficiente collegamento di treni ad alta velocità che collega in un’ora il sito dell’Esposizione Universale di Milano con la Stazione AV Mediopadana di Reggio Emilia (e da lì, con il centro città e la sede del Palazzo dei Musei).

Reggionarra è promossa da: Comune di Reggio Emilia, Scuole e Nidi d’Infanzia – Istituzione del Comune di Reggio Emilia, Centro Internazionale Loris Malaguzzi in collaborazione con: Biblioteca Panizzi e decentrate, Fondazione Reggio Children – Centro Loris Malaguzzi, Istituto superiore di studi musicali “Achille Peri”, Musei Civici Reggio Emilia, Officina Educativa, Reggio Children, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Direzione artistica e laboratori di narrazione Monica Morini – Teatro dell’Orsa

 Il programma definitivo è scaricabile sul sito www.reggionarra.it

 

www.reggioexpo2015.it
@REperExpo2015
facebook.com/reggioperexpo