Premio Strega Europeo: la narrativa del vecchio continente conquista la Città Eterna giu30

Tags

Related Posts

Share This

Premio Strega Europeo: la narrativa del vecchio continente conquista la Città Eterna

La LXVIII edizione del Premio Strega si avvicina al gran finale del 3 luglio con una serie di appuntamenti all’insegna dell’internazionalità, legati al Premio Strega Europeo. La Fondazione Bellonci – in collaborazione con la Casa delle Letterature e Letterature Festival Internazionale di Roma e con la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea – rende omaggio alla cultura del vecchio continente e ai suoi legami con l’Italia con un’edizione speciale del Premio Strega, il riconoscimento letterario organizzato dalla Fondazione Bellonci e da Liquore Strega, con il patrocinio di Roma Capitale e con il sostegno di Unindustria e di Eni.

Domani, martedì 1° luglio, giorno inaugurale del semestre di presidenza italiana UE, in piazza del Campidoglio a Roma alle ore 21 il pubblico del Festival Internazionale Letterature incontra i cinque scrittori candidati all’edizione speciale del Premio Strega Europeo.

Questi gli autori e le opere della Cinquina europea, selezionati dalle direzioni della Fondazione Bellonci e di Casa delle Letterature:

  1. Jérôme Ferrari (Francia), Il sermone sulla caduta di Roma, traduzione di Alberto Bracci Testasecca (e/o 2013), Premio Goncourt 2012.
  2. Marcos Giralt Torrente (Spagna), Il tempo della vita, traduzione di Pierpaolo Marchetti (Elliot, 2014), Premio Nazionale di Narrativa 2011.
  3. Georgi Gospodinov (Bulgaria), Fisica della malinconia, a cura di Giuseppe Dell’Agata (Voland 2013), Premio Nazionale 2012.
  4. Rosa Liksom (Finlandia), Scompartimento n. 6, traduzione di Delfina Sessa (Iperborea 2014), Premio Finlandia 2011.
  5. Eugen Ruge (Germania), In tempi di luce declinante, traduzione di Claudio Groff (Mondadori 2013), Deutscher Buchpreis 2011.

Ciascun autore leggerà un breve testo sul tema della serata, L’Europa e le Metamorfosi, riflettendo sulla ricchezza e complessità della nostra comune appartenenza europea e sul ruolo che gli scrittori e la letteratura dei vari paesi possono svolgere nel percorso di integrazione e di crescita dell’Unione. Un’occasione per riscoprire il valore e la bellezza di essere cittadini d’Europa, allietata dal concerto finale dell’Ensemble Internazionale diretto da Paolo Damiani per il Conservatorio di Santa Cecilia.

Il vincitore del Premio Strega Europeo sarà annunciato mercoledì 2 luglio. La giuria è composta dagli scrittori vincitori del Premio Strega Alessandro Barbero, Paolo Giordano, Melania G. Mazzucco, Edoardo Nesi, Antonio Pennacchi, Walter Siti e Domenico Starnone, dal direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea Lucio Battistotti, dal direttore della Casa delle Letterature e di Letterature Festival Internazionale di Roma Maria Ida Gaeta e dal direttore della Fondazione Bellonci Stefano Petrocchi. La premiazione è prevista per giovedì 3 luglio durante la finale del Premio Strega: Lucio Battistotti consegnerà al vincitore il premio, consistente in un assegno di 3.000 euro.