Tags

Related Posts

Share This

Marzo al Circolo dei lettori

Anteprime e progetti speciali sono le parole chiave che scandiscono la programmazione del mese di marzo al Circolo dei lettori. L’intreccio di Storia e vissuto privato, le suggestioni dell’arte e delle decorazioni, la passione civile, l’impegno del giornalismo d’inchiesta, la grande tradizione letteraria internazionale e la musica italiana, atmosfere fra il giallo e il gotico: sono solo alcuni dei temi e degli orizzonti di riflessione che questo mese animeranno le sedi di Torino e Novara. Sempre più scelto come prima tappa nazionale dei tour editoriali, il polo culturale torinese non manca di farsi ideatore e collettore di produzioni proprie, progetti speciali e preziose collaborazioni. Tra le decine di eventi in programma, ecco una mappa degli imperdibili.

Le Anteprime prendono il via venerdì 4 marzo con l’anti-presentazione del nuovo lavoro di Giuseppe Culicchia Mi sono perso in un luogo comune (Einaudi) in un reading-spettacolo nel segno della stand-up comedy. Perché a ciascuno di noi è capitato di inciampare in un cliché. L’8 marzo sarà la volta del reading musicale a cura di Luca Iaccarino, liberamente ispirato al suo nuovo libro Il gusto delle piccole cose (Mondadori Electa) che esce in libreria lo stesso giorno. Un omaggio alla bellezza delle cose semplici e apparentemente banali che rendono speciale e gustosa la nostra vita. Il 31 marzo l’esordio letterario del giornalista di Repubblica Maurizio Crosetti Esercizi preparatori alla melodia del mondo (Baldini&Castoldi).

Tra gli incontri in programma, il 2 marzo alle 18 Pierluigi Battista ricorda il padre nel memoir Mio padre era fascista (Mondadori; con Luca Beatrice), racconto autobiografico in cui l’autore si riappacifica con la figura paterna. Il 4 marzo è la volta di Michela Marzano che dialoga con Luciana Littizzetto di Papà, mamma e gender (UTET). Lunedì 7 lo psichiatra Vittorino Andreoli spiega come gli uomini impieghino le migliori energie per alimentare le proprie paure piuttosto che concentrarle per migliorarsi in La gioia di vivere (Rizzoli). Mercoledì 9 marzo Loredana Bertè restituisce tutta la brutalità e l’esuberanza della sua vita incontrando il pubblico del Circolo in occasione del suo esordio letterario Traslocando (Rizzoli; con Marinella Venegoni).

Si prosegue giovedì 10 marzo con Igort e i Quaderni giapponesi (Coconino Press – Fandango): un altro viaggio nelle terre orientali, tra Manga e Anime, ma anche un’esplorazione che racconta la cultura, la filosofia e il senso della bellezza della vita nel Sol Levante. Venerdì 11 marzo arriva al Circolo Maurizio de Giovanni, in dialogo con Luca Beatrice e Steve Della Casa sui protagonisti dei suoi bestseller in giallo, il commissario Ricciardi e l’ispettore Lojacono. Sabato 12 marzo Vittoria Baruffaldi, la blogger di La filosofia secondo Baby P offre un’originale prospettiva della maternità basata sulla certezza che ogni bambino è un filosofo in Esercizi di meraviglia (Einaudi). Martedì 15 marzo è la volta di Beatrice Masini e I nomi che diamo alle cose (Bompiani; con Marco Peano): la scrittrice che ha tradotto la saga di Harry Potter torna con un romanzo che parla di famiglie tradizionali e insolite. Mercoledì 23 marzo alle 18.30 fa tappa al Circolo la saggista e scrittrice croata Dubravka Ugrešić che dialoga con Andrea Bajani a partire da Europa in seppia (nottetempo): un’istantanea europea a partire dalle ondate migratorie, le tensioni sociali e la trasformazione del mercato globale.

Giovedì 14 marzo Paolo Rumiz racconta al pubblico il suo soggiorno solitario su uno scoglio sperduto del Mediterraneo di cui parla in Il Ciclope (Feltrinelli). Mercoledì 30 marzo Tommaso Pincio indaga i tanti scrittori che hanno coltivato la passione per la pittura in gioventù (con Luca Beatrice, Andrea Cortellessa e Massimo Kaufmann). Conclude il mese la biker italiana Paola Gianotti che ha compiuto il giro del mondo (22 Paesi) in sella alla due ruote in 144 giorni.

Tra i progetti speciali a cura del Circolo prosegue Made In, ciclo di serate realizzato in collaborazione con Università di Torino, ESCP Europe e Politecnico di Torino e in partnership con Cantine Damilano, che dopo l’appuntamento di febbraio sulla cultura politecnica continua con due tavole rotonde a marzo con lo scopo di attuare una narrazione delle imprese italiane che tenga conto di parametri nuovi come qualità, sostenibilità ambientale e innovazione. Il 3 marzo è l’occasione per dialogare su “Memoria e futuro dell’impresa italiana” con Giuseppe Berta, storico dell’economia, Pietro Paolo Biancone, docente di Economia aziendale all’Università di Torino, Oscar Farinetti, imprenditore e fondatore di Eataly, Licia Mattioli, AD Mattioli S.p.A. e presidente dell’Unione Industriale di Torino, Giovanna Melandri, presidente della Fondazione Maxxi e Giorgio Zanchini, giornalista. L’ultimo appuntamento è il 17 marzo con lo scrittore Marco Belpoliti, Paolo Damilano, imprenditore e presidente del Museo Nazionale del Cinema, il regista e scrittore Davide Ferrario, Giuseppe Mazza, Executive Creative Director e Founding Partner Tita e Antonella Parigi, assessore Cultura e Turismo della Regione Piemonte, per una tavola rotonda sulla “Narrazione dell’industria italiana”.

Tra le novità del mese di marzo: il corso Pane Nostrum – dialoghi sul cibo (primo appuntamento 31 marzo) condotto dalla food editor Licia Granello per parlare del cibo, argomento prediletto nei talk show, trasmissioni tv, reality, saggi ed esposizioni universali, a partire dalla “qualità” che troppo spesso si dimentica; lo spettacolo di music-telling a cura di Dario Benedetto che ci conduce nel mondo nostalgico e poetico di Tim Burton con un comico e stralunato Edoardo mani di forcipe.

A marzo proseguono i laboratori e i corsi per i più piccoli – Don Chisciotte e Sancho Panza. Le avventure della Pancia, a cura di Chiara Bechis e Simona Bisconti, Compagnia teatrale BiBe e La Testa tra le storie – e per gli adulti – Imparare a stare al mondo curato da Leonardo Caffo. Torna anche il consueto appuntamento con i gruppi di lettura, che fino a maggio coinvolgeranno il pubblico di tutte le età negli incontri Classici, Mensili (per letture tutto l’anno) e Flash (pillole di pagine), tra questi ultimi i nuovi Di fiore in fiore: facciamo un’antologia con Marco Peano e l’editor Angela Rastelli, e Il racconto dei racconti, palestra narrativa per conoscere il racconto come forma letteraria e come azione, con il libraio Davide Ferraris.