Tags

Related Posts

Share This

Francesco Piccolo ed Elena Stancanelli nel reading L’ORA DEL SESSO

L’ora del sesso è due cose, anzitutto. O meglio, ha due letture: “ora” come sessanta minuti di immersione nella letteratura erotica e “ora” come “adesso” dilatato, l’istante esatto in cui si amplifica e si consuma il desiderio, sulla carta come nella vita.

Parlare di sesso significa, come afferma Philip Roth, parlare della materia della nostra vita, del suo centro esatto e, in quanto tale, apparentemente indicibile.

Provare a raccontarlo, attraverso pagine erotiche indimenticabili di autori contemporanei, è l’idea nuova e sperimentale prodotta e promossa dal Circolo dei lettori di Torino, in collaborazione con La grande invasione, attraverso due delle più interessanti voci letterarie del panorama italiano: Francesco Piccolo, vincitore del Premio Strega 2014, ed Elena Stancanelli, finalista al Premio Strega 2016.

Giovedì 27 ottobre alle ore 21 i due scrittori portano sul palco del Circolo brani scelti dai propri romanzi, La separazione del maschio (Einaudi) e La femmina nuda (La Nave di Teseo), e dai capolavori di, tra gli altri, Dominque Aury, Philip Roth, Emmanuel Carrere, autori che hanno raccontato le molteplici declinazioni dell’erotismo: tabù, trasgressioni, perversioni, abitudini. Un percorso attraverso la narrativa dell’eros che più di tutti i generi ha saputo creare una tensione tangibile tra la parola scritta e l’esperienza emotiva del lettore. Lo spettacolo verrà proposto anche venerdì 28 ottobre alle 18 alla Scuola Holden, per un incontro riservato agli studenti, sabato 19 novembre alle 18.30 alla Fondazione Mirafiore, Serralunga d’Alba e domenica 20 novembre alle 20 a BookCity Milano presso il Teatro Franco Parenti.

Spiega Piccolo: “Scrivere di sesso e leggere di sesso non è diverso che scrivere o leggere di qualsiasi altro argomento: ci vuole spudoratezza, precisione, vitalità. Ma allo stesso tempo è diverso da ogni altra cosa perché crea una tensione inimitabile, che si sente anche sul palco davanti al leggio.”

“Molti scrittori e scrittrici si sono misurati col racconto del sesso. Per sfida? Certo – precisa Stancanelli – ma anche perché l’atto sessuale è la più precisa messa a fuoco sull’accadere, sull’istante, sulla presenza. Il sesso è ora, nel momento esatto in cui avviene. Così quando lo scrive, così quando lo si legge.”

Ingresso € 8 | Carta Smart € 6 | Carta Plus € 3