È MAGGIO DEI LIBRI ANCHE AL SALONE INTERNAZIONALE DI TORINO mag11

Tags

Related Posts

Share This

È MAGGIO DEI LIBRI ANCHE AL SALONE INTERNAZIONALE DI TORINO

Il Salone Internazionale del Libro di Torino – promosso dalla Fondazione per il libro, la musica e la cultura e quest’anno per la prima volta sotto gli auspici del Centro per il libro e la lettura, nell’ambito della collaborazione fra i due enti – aderisce alla campagna Il Maggio dei libri per raccontare le Meraviglie d’Italia: tema del Salone ma anche simbolo dell’entusiasmo e della ricchezza propri del nostro Paese, testimoniati in questi giorni dalle oltre 2.700 iniziative organizzate in tutta la penisola per promuovere la lettura (consultabili s‎ul sito ufficiale del Maggio dei libri www.ilmaggiodeilibri.it), alle quali si aggiungono i 500 appuntamenti del Salone Off, il Salone del Libro diffuso, che coinvolge 250 luoghi in 10 Circoscrizioni di Torino e 13 Comuni della nuova Città Metropolitana.

Il Centro per il libro e la lettura partecipa al Salone con uno stand (T51, Padiglione 3) dedicato alle Città del libro: grandi protagoniste di quelle Meraviglie d’Italia che saranno esplorate e raccontate durante il Salone e luoghi cardine per la diffusione della cultura. Le Città del libro sono infatti quei centri che da anni ospitano festival culturali, incontri letterari, rassegne che offrono alla cittadinanza occasioni variegate e sempre nuove di avvicinarsi alla lettura. Una vera e propria rete che può contare sul portale www.cittadellibro.it per coordinarsi, scambiarsi buone pratiche, far conoscere l’immensa offerta culturale di queste città. Con questo medesimo obiettivo, il Centro per il libro e la lettura ha realizzato per il Salone un video di presentazione delle Città del libro, visibile naturalmente presso lo stand e che affianca la libera consultazione su touch screen del portale.

Uno degli intenti del portale è di mettere in luce i punti di forza e gli snodi della capillare attività di promozione culturale svolta dalle Città del libro e le biblioteche, pubbliche, private, scolastiche, svolgono indubbiamente un ruolo cruciale, di prima linea. Non è un caso quindi che proprio alle scuole e alle biblioteche scolastiche sia dedicata la giornata inaugurale del Salone, giovedì 14 maggio, quando la petizione di Torino Rete Libri La buona lettura. Per leggere e fare ricerca nella scuola italiana come in Europa, sarà consegnata alla Sottosegretaria del Ministero dei Beni e delle attività Culturali e del Turismo Francesca Barracciu (ore 13, Arena del Bookstock Village), con la partecipazione di Romano Montroni, Presidente del Centro per il libro e la lettura, e sabato 16 maggio (ore 9.30, redazione del Bookblog) al Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini. Indirizzata al presidente del Consiglio‎ e ai ministri dell’Istruzione e della Cultura, la petizione chiede al Governo di mettere al centro delle proposte di riforma della scuola la lettura nelle classi e il rilancio delle biblioteche scolastiche anche attraverso la revisione della figura del bibliotecario scolastico. Lanciata sul web attraverso la piattaforma change.orgLa buona lettura ha già ottenuto più di 4.600 adesioni, fra cui quelle di Salone Internazionale del Libro, Associazione Forum del Libro, Aib – Associazione italiana biblioteche, Ali – Associazione Librai Italiani, Iasl Europe (International Association of School Librarianship), molti editori, intellettuali, scrittori e altre importanti realtà. Il testo del documento sarà consegnato ai Ministri da una delegazione di studenti provenienti da tutta Italia, a conclusione del giro inaugurale con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Le biblioteche sono protagoniste al Salone anche domenica 17 maggio, con la premiazione della settima edizione del concorso A corto di libri. I cortometraggi raccontano le biblioteche, promosso dall’Associazione Italiana Biblioteche insieme al Progetto In Vitro e al Centro per il libro e la lettura, che ha collaborato nella convinzione che le biblioteche siano, insieme alle scuole, i principali vettori di educazione alla lettura. Il concorso rappresenta una felice eccezione nel panorama italiano: è l’unico riservato a cortometraggi dedicati alle biblioteche e più in generale alla promozione della lettura, e nel corso degli anni ha visto la partecipazione di 92 cortometraggi da tutta Italia. L’invito di questa edizione, ha stimolato la creatività dei partecipanti portandoli a riscoprire ed esplorare le loro biblioteche preferite: Costruisci la tua biblioteca! Scegli quale/i aspetto/i vuoi raccontare… sociale, culturale, architettonico…. E racconta come promuovere la lettura.

La promozione della lettura può assumere le forme più diverse e contare sul contributo di tutti: per questo il Centro per il libro e la lettura partecipa anche al programma del Salone riservato agli operatori del settore – da editori a traduttori, illustratori, agenti letterari, grafici, scrittori, bibliotecari, librai – che ogni anno prevede appuntamenti di formazione e dibattitti sullo stato del mercato editoriale italiano. In quest’ambito si svolge sabato 16 maggio (dalle ore 10.15, Sala Professionali, Padiglione 1) la 71a Assemblea Nazionale dei Librai Italiani, dedicata a La formazione dei librai come strumento per affrontare il cambiamento e durante la quale terrà una lezione Romano Montroni, libraio di pluridecennale esperienza prima di essere nominato presidente del Centro per il libro e la lettura.