CHI SIAMO

About us
Ex Libris è un’agenzia di ideazione, organizzazione e comunicazione di progetti culturali.
È stata fondata il 14 settembre 1998 a Torino da Carmen Novella.
Dopo un’intensa esperienza di dieci anni nel lavoro di organizzazione e comunicazione delle iniziative culturali per il Salone del Libro e il Salone della Musica (anche Musica 2000) preceduta da sei anni di attività in ambito culturale, Carmen Novella ha convogliato la sua competenza in Ex Libris.

Il Nome: un segno distintivo
Nel nome dell’agenzia è racchiuso lo spirito che la anima e gli obiettivi che si prefigge. Un ex libris è un segno di appartenenza, di protezione e di cura. Lo spirito dell’agenzia è proprio quello di lasciare sui progetti seguiti un’impronta personale fatta di creatività, competenza e passione.

La Missione: un filo conduttore
La cultura, in senso lato, come missione. Pensare e realizzare eventi e progetti in forme diverse, ma con un unico obiettivo: valorizzare l’identità culturale, farne un elemento fondante, un filo conduttore, e trasformarlo in un investimento.

Noi
Carmen Novella è affiancata da un network di collaboratori e consulenti specialisti nella progettazione, organizzazione e comunicazione in ambito culturale e nelle relazioni pubbliche: professionisti animati da quel particolare calore culturale che è la peculiarità distintiva dell’agenzia.

Carmen Novella è affiancata da Elisa Carlone (ufficio stampa e organizzazione); Marta Santopolo (ufficio stampa e organizzazione); Luca Castelli (redazione); Matteo Patrucco (art director e graphic designer); Silvia Crupano (ufficio stampa); Erica Manna (redazione); Stefania Albis (organizzazione); Annalisa Berretta (amministrazione).

Ex Libris si avvale anche di un gruppo di “consulenti a progetto”: Stefano Bartezzaghi (enigmista, saggista, editorialista de “la Repubblica”, docente di Semiologia dei linguaggi creativi all’Università di Bergamo); Marco Belpoliti (saggista, scrittore, giornalista, docente di Sociologia della letteratura all’Università di Bergamo); Giovanni De Luna (storico, docente di Storia contemporanea all’Università di Torino); Anna Foà (consulente editoriale).