3.781 iniziative per la quarta edizione di “Libriamoci”, che si è conclusa il 28 ottobre nov06

Tags

Related Posts

Share This

3.781 iniziative per la quarta edizione di “Libriamoci”, che si è conclusa il 28 ottobre

6 novembre 2017. Con 3.781 iniziative in Italia (ma non solo) e picchi di attività in Campania (561), Sicilia (486) e Lazio (426), si sono concluse sabato 28 ottobre le letture a voce alta nelle scuole, dall’infanzia alla secondaria di secondo grado, con il coinvolgimento nella passione per la lettura anche di scuole paritarie, istituti italiani all’estero, nidi e alcune università. Missione compiuta, quindi, per la quarta edizione di Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole, promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo attraverso il Centro per il libro e la lettura e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca attraverso la Direzione Generale per lo Studente, in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri e con il Ministero degli Affari Esteri. Alleata importante è stata la campagna #ioleggoperché, organizzata dall’Associazione Italiana Editori a sostegno delle biblioteche scolastiche di tutta Italia: un impegno comune che ha coinvolto anche i volontari, alcuni dei quali sono stati sia lettori d’eccezione per Libriamoci che testimonial di #ioleggoperché. Inoltre, come da tradizione, Libriamoci ha varcato i confini nazionali con appuntamenti organizzati negli istituti italiani di Atene (Grecia), Barcellona (Spagna), Casablanca (Marocco), Gedda (Arabia Saudita), Istanbul (Turchia), Mendoza (Argentina), Parigi (Francia), Pirano (Slovenia), Scutari (Albania) e Smirne (Turchia).

Anche quest’anno Libriamoci è stata accolta con entusiasmo e partecipazione da centinaia di insegnanti e lettori, coinvolgendo migliaia di alunni di tutte le età e dai luoghi più diversi in un coro di voci che ha donato nuova energia e significato alla parola scritta” – commenta Romano Montroni, Presidente del Centro per il libro e la lettura. E continua: “Questo tipo di risposta alla campagna è per noi fondamentale: significa non solo che la direzione intrapresa è giusta e condivisa ma anche e soprattutto che l’abitudine alla lettura sta mettendo radici nuove o sempre più profonde nei giovanissimi: un investimento decisivo per il futuro di tutti noi”.

Tra le centinaia di voci di quest’anno, che hanno testimoniato nelle classi il proprio amore per i libri, Mario Baudino, Annarita Briganti, Eva Cantarella, Guido Catalano, Massimo Cirri, Michele Dalai, Vins Gallico, Federica Manzon, Alessandro Mari, Raul Montanari, Ferruccio Parazzoli, Marco Pastonesi, Leonardo Patrignani, Domenico Rafele, Simone Regazzoni, Sabrynex, Mirella Serri, Alessandro Zaccuri. E ancora: gli attori Claudio Gioè e Raffaele Imparato – grazie alla collaborazione di Rai Fiction – e diversi giornalisti di Corriere della Sera (Alessandra Arachi, Alessandro Capponi, Paolo Di Stefano, Michele Farina, Monica Guerzoni, Paolo Mereghetti, Nicola Saldutti), la Repubblica (Federica Angeli, Enrico Del Mercato, Antonio Fraschilla, Cecilia Gentile, Sara Scarafia) e Il Messaggero (Mario Ajello, Laura Larcan, Marco Pasqua, Pietro Piovani, Stefano Regolini), che hanno letto i quotidiani insieme agli studenti riflettendo sui contenuti e il significato di questo particolare tipo di narrazione.

Una novità di Libriamoci 2017 è stata l’apertura delle sedi dei Poli Museali di numerose regioni, grazie all’adesione dei loro Direttori. Per la prima volta, infatti, l’eco suggestiva della parola scritta declamata è uscita dalle aule scolastiche, seguita da tantissimi studenti: fra i reading “fuori sede”, quello al Museo H. Christian Andersen di Roma, che ha ospitato Silvia Costa (già Presidente della Commissione Cultura del Parlamento Europeo) per l’interpretazione di passi dal libro di Alì Ehsani Stanotte guardiamo le stelle (Feltrinelli) agli studenti dei licei Ennio Quirino Visconti e Tito Lucrezio Caro. E ancora: sono state organizzate letture a voce alta presso la Galleria Spada, il Museo Boncompagni di Roma, la Torre di Cicerone di Arpino (RM), il Museo dell’Abbazia di S. Nilo a Grottaferrata (RM), il Museo Archeologico Nazionale di Palestrina (RM). E ancora: il Museo Archeologico Nazionale di Ferrara, il Polo Museale della Puglia, quello della Sardegna con la Pinacoteca Nazionale di Sassari… Inoltre, alla Biblioteca Nazionale di Napoli, gruppi di ragazzi da 10 scuole (i licei Labriola, Vittorini, De Nicola, Alberti, Mazzini, Villari, Vittorio Veneto, Garibaldi, Vittorio Emanuele, Galileo Ferraris, Cartesio) hanno recitato pagine della letteratura di ogni tempo sul tema delle Metamorfosi, con un gran finale che ha visto protagonista l’attrice Lella Costa.

I vincitori del Premio Libriamoci

Tra le prime 20 scuole di ciascun ordine e grado, che hanno registrato le proprie letture nella banca dati, gli istituti che hanno organizzato il maggior numero di iniziative sono: Scuola primaria VII I.C. G.A. Costanzo, viale Santa Panagia 162 – Siracusa; Secondaria I grado I.C. Dolianova, via Lavoratori 5 – Dolianova (Cagliari); Secondaria II grado I.I.S. Pertini-Santoni, viale Matteotti – Crotone. Il premio per le tre scuole vincitrici consiste in un Laboratorio di lettura espressiva, condotto da Roberto Gandini, direttore del Laboratorio teatrale integrato Piero Gabrielli.

I Sindaci nelle scuole

Un “ritorno sui banchi” molto atteso, grazie all’ANCI Associazione Nazionale Comuni Italiani, è stato quello dei Sindaci, che raccogliendo l’invito sono andati a leggere nelle scuole dei propri territori. In particolare, hanno aderito con entusiasmo e tempestività i Sindaci delle Città che leggono, ovvero i Comuni che hanno ricevuto tale qualifica in quanto centri che garantiscono ai propri abitanti l’accesso ai libri e alla lettura – attraverso biblioteche e librerie – ospitano festival, rassegne o fiere che mobilitano i lettori e incuriosiscono i non lettori, partecipano a iniziative congiunte di promozione della lettura tra biblioteche, scuole, librerie e associazioni e aderiscono a uno o più dei progetti nazionali del Centro per il libro e la lettura. Fra le decine di incontri nelle classi, a Bologna il Sindaco Virgilio Merola, nel suo ex liceo, a Palermo il Sindaco Leoluca Orlando e a Torino l’Assessora alla Cultura Francesca Leon.

il Salone Internazionale del Libro per Libriamoci

A Torino Libriamoci ha potuto contare anche sulla preziosa collaborazione del Salone Internazionale del Libro, affiancato dalle Biblioteche civiche torinesi – che hanno organizzato momenti di lettura in numerose sedi, affidati ai bibliotecari – dal Concorso letterario nazionale Lingua Madre – con la partecipazione delle autrici dell’omonima antologia annuale, impegnate in letture per bambini e ragazzi in ogni giornata di Libriamoci – e da Torino Rete Libri, il network che unisce gli istituti torinesi sede di biblioteche scolastiche e protagonisti di attività di promozione della lettura, che ha organizzato ben 91 appuntamenti di letture incrociate, scambi e condivisioni tra gli studenti. Fra gli incontri in città, quelli con Donatella Di Pietrantonio, Giuseppe Culicchia, Enrico Caiano, l’Assessora alla Cultura della Regione Piemonte Antonella Parigi, il giornalista Gabriele Ferraris.

Libriamoci con gli studenti ristretti

Le letture a voce alta hanno coinvolto anche gli studenti delle scuole ristrette, portando i più diversi mondi di storie all’interno delle carceri. È il caso, giusto per citare solo alcuni esempi, del CPIA di Massa Carrara Casa di reclusione, sotto la guida dell’insegnante Alessandra Brenzini, come anche dell’IIS Barsanti-Salvetti Casa di Reclusione Massa, con la professoressa Ermana Farusi e la partecipazione dell’autore e insegnante Pietro Zaccagna. E ancora: i ragazzi dell’IIS J. Von Neumann – sezione ITE Casa Circondariale Rebibbia, nell’ambito del progetto Letteratura e Cinema come Storia, hanno letto passi da Lettera a una professoressa degli studenti di Barbiana, Marcovaldo di Italo Calvino e Ragazzi di vita di Pier Paolo Pasolini, per poi assistere alla proiezione del film Milou a maggio di Louis Malle (docente Elisa Caprista, coordinatrice progetto Anna Grazia Stammati).

I lettori d’eccezione

Le iniziative di Libriamoci sono state animate dalla creatività e dall’impegno di insegnanti e studenti, affiancati da centinaia e centinaia di volontari. In particolare, grazie al coordinamento del Centro per il libro e la lettura, sono stati più di 250 gli incontri nelle classi con gli oltre 300 lettori d’eccezione, tra scrittori, attori di teatro e televisione, membri di associazioni culturali, librai e cittadini. Fra i quali:

Alessio Adami, Lucio Aimasso, Lara Albanese, Davide Amante, Mor Amar, Costanza Arena, Ester Armanino, Erica Arosio, Associazione Donatori di Voce, Associazione Filobus 65, Associazione Tonino Guerra, Mario Baudino, Giancarlo Bella, Silvia Bencivelli, Giorgio Benzi, Artistide Bergamasco, Marina Berro, Erica Bertelegni, Daniela Bertini, Mattia Bertoldi, Patrizia Bevilacqua, Massimo Birattari, Laura Bonalumi, Giuditta Bonfiglioli, Rina Bontempi, Tonino Bozzi, Annarita Briganti, Mauro Buffa, Marco Buticchi, Stefania Cafagna, Laura Calosso, Luciano Canova, Eva Cantarella, Claudio Cantore, Antonello Carbone, Fabio Caricchia, Antonella Cassanelli, Stefano Cassini, Michela Castiglioni, Elisa Castrogiovanni, Guido Catalano, Ennio Cavalli, Giulio Cavalli, Gabriella Cavazza, Lidia Are Caverni, Roberto Centazzo, Michela Cesaretti Salvi, Valerio Chiola, Paolo Ciampi, Raffaello Cinelli, Girolamo Cipponeri, Circolo Lettura ad Alta Voce di Torre Pellice, Massimo Cirri, Angela Citterich, Massimiliano Claps, Marianna Como, Alex Corlazzoli, Marco Corsi, Patrizia Curatolo, Domenico D’Alelio, Elena D’Alessandro, Emanuela Da Ros, Michele Dalai, Sara Damonte, Vichi De Marchi, Cristiana De Santis, Simona De Troia, Chiara Dell’Acqua, Michela della Vite, Stefano Denti, Giancristiano Desiderio, Francesca Di Giorgio, Renato Di Pane, Paolo Di Paolo, Valentina Di Stefano, Marco Di Tillo, Daniela Ducoli, Piero Fabris, Laura Facchi, Sara Favarò, Salvatore Massimo Fazio, Matteo Ferrario, Carlo Ferrucci, Giuseppe Festa, Marcello Filibeck, Peppe Fiore, Barbara Fiorio, Masella Flaviano, Gabriella Foletto, Antonio Fontana, Diego Fontana, Patrizia Fulciniti, Fiorenza Fusari, Giulia Gabanella, Vins Gallico, Antonio Gallucci, Marco Gargiulo, Francesca Gatto, Giovanni Ghiselli, Paolo Giacovelli, Antonio Giampietro, Claudio Gioè, Monica Giuffrida, Renato Grilli, Raffaele Imparato, Filomena Impicciatore, Ester Iovino, Gabriella Izzi Benedetti, Laura Jelenkovich, Gisella Laterza, Luigi Lazzaro, Gianfranco Liori, Francesca Lopes, Annalisa Lugano, Paola Maddaluno, Giorgio Maimone, Linda Malagola, Luigi Malnati, Federica Manzon, Alessandro Mari, Arturo Mariani, Lorella Masciangoli, Roberto Mascioletti, Pierluigi Masini, Anna Mattei, Luigi Mattei Gentili, Giulia Mattiussi, Alfredo Mauceri, Federica Mazzoni, Emanuela Mercurio, Claudio Metallo, Maria Pia Miglio, Chiara Milanesi, Emilio Milani, Loretta Molinari, Michela Monferrini, Daniela Monico, Raul Montanari, Teatro Muré, Fiammetta Murino, Giancarlo Neri, Filippo Nicosia, Pamela Nicosia, operatori Amnesty International, Sergio Mario Ottaiano, Monica Palese, Leonardo Palmisano, Mariarosa Panté, Gianni Paone, Ferruccio Parazzoli, Eugenio Parziale, Marco Pastonesi, Leonardo Patrignani, Maddalena Pecorini, Luciano M. Pegorari, Giovanni Peligra, Mario Pennelli, Mario Perona, Riccardo Piazza, Sonia Planamente, Annalisa Ponti, Chiara Porcelluzzi, Alessandra Puca, Cristina Quarti, Marzia Quartini, Domenico Rafele, Antonella Ranieri, Antonella Rapagnani, Simone Regazzoni, Matteo Ridolfi, Roberto Ritondale, Daniele Romani, Silvia Roncucci, Cristiana Rondoni, Ernesto Rossi, Sergio Rossi, Martin Rua, Angela Russo, Sabrynex, Marcello Sacerdote, Maria Assunta Salvatore, Antonella Sambri, Girolama Sansone, Silvia Santilli, Eleonora Scali, Isabella Schiavone, Daniela Scimeca, Mirella Serri, Antonio Sgobba, Michele Silenzi, Cristina Spelta, Vittorio Stagnani, Antonella Tamiano, Francesca M. Tommasini, Nando Tonon, Eneida Topi, Francesco Trento, Serena Uccello, Lorena Ulpiani, Paolo Valentino, Bianca Maria Valeriani, Enzo Vanarelli, Marinella Vanini, Romano Vecchiet, Paolo Maria Veronica, Paolo Viberti, Marcellino Vicari, Nicola Viceconti, Arianna Vinci, Carla Vistarini, Volontari Librerie Coop, Alessandro Zaccuri, Stefano Zanut, Lucia Zennato, Silvia Zucca.

Le case editrici coinvolte

Queste le case editrici che hanno risposto all’appello congiunto di Ricardo Franco Levi e Romano Montroni, mettendo a disposizione propri autori:

66thand2nd, Baldini & Castoldi, Bompiani, CasaSirio, Corbaccio, CSA Editrice, De Agostini, Ediciclo Editore, Editoriale Scienza, Edizioni Dedalo, Edizioni Corsare, Einaudi, Europa Edizioni, FaLvision Editore, Fandango Editore, Feltrinelli, HarperCollins, Hoepli, Gallucci, Gruppo Albatros Il Filo, Il Castoro, Il Saggiatore, Il Sirente, Interlinea, La Corte Editore, La Ruota Edizioni, Lastaria Edizioni, minimum fax, liberilibri, Longanesi, Leone Editore, Manni Editore, Melampo Editore, Mondadori, Newton Compton, NN Editore, NORD, notes edizioni, nottetempo, Ponte alle Grazie, Progedit Editore, Racconti edizioni, Rizzoli, Round Robin Editrice, SEM Libri, TEA, Tre60.

Le Città che leggono

Sono 65 le Città che leggono nelle quali il Primo Cittadino o i suoi assessori si sono recati nelle classi come testimoni del valore e dell’importanza della lettura:

Alvito – FR, Arborea – OR, Anversa degli Abruzzi – AQ, Bari, Bergamo, Bologna, Bolzano, Borgomanero – NO, Carmagnola – TO, Carmignano di Brenta – PD, Carugo – CO, Caserta, Casier – TV, Castelforte – LT, Castelleone – CR, Catanzaro, Cave – RM, Cavriago – RE, Chivasso – TO, Ciampino – RM, Cuneo, Dorgali – NU, Fano – PU, Fiano – TO, Foligno – PG, Formigine – MO, Galatina – LE, Imola – BO, Latiano – BR, Latina, Lecco, Lissone – MB, Massa Lombarda – RA, Melpignano – LE, Milano, Monfalcone – UD, Monza, Morcone – BN, Nichelino – TO, Oristano, Palermo, Palo del Colle – BA, Parenti – CS, Pescara, Piacenza, Poggibonsi – SI, Pontecagnano Faiano – SA, Porto Recanati – AN, Ragusa, Ravenna, Rocca Priora – RM, Salzano – VE, San Ferdinando di Puglia – BA, San Vito dei Normanni – BR, Santeramo – BA, Scafati – SA, Tivoli – RM, Torino, Tortona – AL, Torviscosa – UD, Trani, Valledoria – SS, Vallefiorita – CZ, Venafro – IS, Verbania.

Partnership e collaborazioni

In questa edizione, oltre alla collaborazione con l’Associazione Italiana Editori, Libriamoci ha potuto contare su Rai Cultura, media partner di Libriamoci, sull’ANCI Associazione Nazionale Comuni Italiani, su AIB Associazione Italiana Biblioteche, ALI Associazione Librai Italiani, il FAI Fondo Ambiente Italiano – che ha suggerito ai docenti destinatari del progetto formativo Missione: Paesaggio. Fai vivere l’articolo 9 della Costituzione di proporre agli studenti letture ad alta voce su questo tema, Rai Fiction, Rai Scuola, la Direzione Generale Spettacolo dal Vivo MiBACT, i Direttori dei Poli Museali MiBACT, SIAE – Società Italiana degli Autori e degli Editori. Ma non solo: il Corriere della Sera, la Repubblica e Il Messaggero hanno inviato diversi loro giornalisti nelle classi per leggere insieme il giornale; il Salone Internazionale del Libro di Torino ha attivato la propria rete di scuole nella città; l’Associazione Piccoli Maestri ha tenuto a Roma laboratori quotidiani, dal 23 al 28 ottobre, in diverse scuole elementari, medie e superiori. L’ICWA Associazione Italiana Scrittori per Ragazzi, inoltre, ha realizzato 7 incontri con autori ed esperti nel ciclo intitolato Libriamoci al Sud con le Emozioni. Ulteriori partnership e collaborazioni importanti sono state quelle con: Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, Teatro di Roma, Teatro Stabile d’Abruzzo, ADI Associazione Degli Italianisti, Laboratorio Teatrale Piero Gabrielli, Atlante digitale del ‘900 letterario, Librerie Coop, CESP Centro Studi per la Scuola Pubblica, Premio Nazionale Elio Pagliarani.

Libriamoci sui social network

Sui social network sono sempre attivi la pagina Facebook @libriamociascuola e l’account Twitter @LibriamociAS, aperti alla condivisione di foto, video e resoconti di partecipanti e organizzatori contraddistinti dal tag #Libriamoci.